LORENA ANTONIAZZI FALL WINTER 18/19: INVERNO ITALIANO

Lorena Antoniazzi fall winter 18-19Inverno Italiano

Un inverno italiano. Con le abitudini italiane.

Un po' di sci, molto camino, un buon libro, voglia di calore. Il cashmere va bene comunque. In città è pratico, leggero, adatto a ogni stile, classico o forte, a seconda di come lo si abbina. In montagna è caldo, affettuoso, piacevole. Tecnico (se si usa per lo sport), affettuoso (se ci avvolge in una coperta davanti al fuoco). Il cashmere è morbido. Come le persone che lo amano.

 

È l’inverno italiano e il viaggio con i suoi attributi di libertà, estremo comfort e movimento ad ispirare le collezioni Lorena Antoniazzi, e ad interpretare una propria contemporanea femminilità, dove gli stili si mescolano e si confondono.

 

Pratica e leggera dal carattere discreto o eccessivo per vocazione la maglia, regina delle collezioni Lorena Antoniazzi, si adatta a nuovi connubi e sperimentazioni proponendo una artigianalità sempre più high tech.

È un vero e proprio cashmere couture: si mischia a lane pregiate, si arricchisce di dettagli in lurex, in pelliccia, si trasforma in trame di treccia, a frange e ad intrecci inediti. I volumi sono sempre irregolari, i tagli asimmetrici, le forme over si accompagnano a pantaloni dal taglio maschile o leggings in pelle.

Sempre la maglia, diventa dettaglio accoppiata ai piumini tecnici o un lunghissimo gilet sleeveless, oppure un semplice pantalone felpa da jogging, o dettaglio di maglia nello stivaletto.

 

Maglie e capispalla dai volumi over e maxi lunghezze sono declinati in ogni forma e materia e dove anche il minimo dettaglio valorizza l’abilità sartoriale e artigianale dell’azienda italiana, dal cappotto vestaglia all’iconico tessuto double tutto si arricchisce di pelliccia e di iperboliche morbidezze, i montoni sono reversibili e in maglia, i bomber sono una nuvola di leggerezza e gilet sono lunghissimi da abbinare a capispalla rigorosi e discreti.

 

Le stampe sono un must della nuova collezione: troviamo il classico gessato e la fantasia stampa check unite a una camouflage e “murales” novità della FW. In nome del colore, la palette dai toni neutri del grigio perla e beige dirompe nel verde petrolio, bordeaux e prugna. Il grigio antracite è ravvivato da dettagli in giallo senape e borgogna.

 

Pelle e borchie dominano soprattutto gli accessori,

Le sneakers diventano più alte e si ricoprono di montone, i boots sono bikers e la pelle nera degli anfibi viene accostata a piccole borchie e a stringhe in lurex. Anche le borse variano dalla classica pochette alla cartella in pelle lucida maculata impreziosita da inserti in pelliccia di volpe.

 

I tessuti e i filati si impreziosiscono nella capsule collection LH, nata dalla collaborazione tra Lorena e Hayot e ormai consolidata dal successo della collezione LH per l’estate 2018. Il filo di lurex si intreccia e diventa frangia nell’abito stile “Charlestone” abbinato al suo bomber scintillante.

Il velluto è l’indiscusso protagonista: liscio o accostato alla seta e al raso accende questa collezione e richiama i colori delle pietre preziose.

Gli accessori sono dei veri e propri bijoux; le spille sono in piuma di struzzo, le pochette richiamano le mule di tendenza in velluto e per completare ogni outfit non può mancare lo stivaletto sock bootie in maglia con fili di lurex.